Meglio la tastiera o la chiave elettronica? | Andrea Gresia
1671
post-template-default,single,single-post,postid-1671,single-format-standard,bridge-core-1.0.6,cookies-not-set,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
 

Meglio la tastiera o la chiave elettronica?

Meglio la tastiera o la chiave elettronica?

Oggigiorno sempre più persone cercano maggiore sicurezza per le proprie abitazioni, uffici, ecc; e sempre più persone cercano soluzioni che diano certezze in questo ambito.
In un’epoca come la nostra, dove la tecnologia la fa da padrone in tutti i settori, non potevamo non dedicare del tempo per approfondire tutto ciò che, ad oggi, possiamo trovare in commercio per proteggere le nostre case.

In questa guida vi illustreremo le varie opzioni riguardanti le serrature di sicurezza elettroniche presenti sul mercato, soffermandoci in maniera più approfondita su due principali soluzioni: le serrature elettroniche con tastiere e le serrature con chiave elettronica, comparandone i vari prezzi, i pro e i contro e cosa è meglio scegliere a seconda delle proprie esigenze, che sia per maggiore sicurezza o semplicemente perché si è stanchi di portarsi dietro decine di chiavi diverse.

Cosa sono le serrature elettroniche

La serratura è un elemento fondamentale di porte, cancelli, sportelli, ecc, che ne permette la regolare chiusura e blocco, ma anche la corretta apertura.
Le serrature tradizionali sono generalmente dotate di una chiave che va inserita e girata all’interno del foro per far muovere avanti e indietro il chiavistello, permettendo così la chiusura e l’apertura della porta.
Ma negli ultimi anni, l’evoluzione della tecnologia ha portato all’invenzione di serrature altamente sofisticate, dotate di sistemi che ne permettono la chiusura e l’apertura in maniera totalmente elettronica mediante pulsanti, telecomandi, tessere, codici numerici, impronte digitali, smartphone, ecc…
Tutte le tipologie di serrature elettroniche sono dotate di un lettore integrato, programmato per essere in grado di identificare solamente il tipo di chiave elettronica associato ad esso, quindi nel caso di una porta ad apertura con tessera il lettore sarà in grado di riconoscere la vostra tessera personale, in caso di apertura con tastiera questo sarà in grado di riconoscere il codice numerico da voi impostato, nel caso del lettore di impronte digitali sarà programmato per riconoscere le sole impronte registrate, e così via per ogni tipo. Qualsiasi tipologia di serratura prendiate in considerazione, dovete sapere che, oltre all’acquisto di porte nuove che ne siano dotate, è anche possibile installarle su porte già presenti nelle vostre abitazioni perché sono state progettate e realizzate in dimensioni standard per essere supportate da un gran numero di porte.
E’ bene ricordare che queste serrature offrono un alto livello di sicurezza dato che sono difficile da manomattere, ma hanno anche un prezzo maggiore delle tradizionali.

Come funzionano le serrature elettroniche con tastiera,
quali sono i pro e i contro ?

Questo tipo di serratura è dotato di una tastiera numerica, a pulsanti oppure touch, applicata sopra la maniglia oppure a lato della porta.
Comanda lo sbloccaggio e l’apertura della porta, dall’esterno, tramite l’inserimento di un codice, che sarete voi stessi a scegliere; dall’interno sono dotate di un pulsante di apertura semplice.
Il meccanismo che le mette in funzione è elettrico e può essere collegato ad un normale alimentatore della corrente a 24V oppure con batterie (usa e getta o ricaricabili). Le batterie garantiscono un’efficienza migliore rispetto all’alimentatore diretto, nell’eventualità di black out o sospensioni temporanee della corrente per lavori; resta però la necessità di sostituirle ogni volta in tempo utile prima che si scarichino del tutto.
Inoltre sono dotate di controllo remoto, ovvero la possibilità di verificarne la chiusura a distanza, utilizzando semplicemente lo smartphone.
I prezzi per questo tipo di serrature partono da 100 euro, per i modelli base, mentre per quelli altamente sofisticati e all’avanguardia si può spendere anche fino 400/500 euro.
Nell’ultimo periodo, questa serratura, sta prendendo piede rapidamente in molte piccole strutture alberghiere in Europa, come residence e piccoli appartamenti, che interagiscono con i clienti solo tramite internet, quindi forniscono ad ogni nuovo cliente un nuovo codice di accesso alla propria camera/appartamento che poi verrà modificato e ne verà generato uno nuovo per il cliente successivo, abolendo così la neccessità di recarsi di persona all’arrivo di ogni cliente per fornire le chiavi.
Qualunque sia la motivazione che vi porta a scegliere una porta con serratura elettronica con codice dovrete valutare attentamente l’uso che ne farete, se per uso domestico o in un ufficio di un’azienda, se all’interno o all’esterno, questo perchè non tutte sono adatte a tutti gli usi.
PRO: – alto livello di sicurezza per le vostre case, uffici, ecc… – possibilità di non avere mazzi di chiavi al seguito – impossibilità per chiunque di aprire la porta se non conosce il codice – controllo remoto tramite smartphone per quelle più sofisticate.
CONTRO: – prezzo alto

Come funzionano le serrature elettroniche con chiave elettronica,
quali sono i pro e i contro?

Queste sono serrature che al posto della classica chiave meccanica utilizzano una tessera oppure una chiave codificata per l’apertura.
Quelle con tessera, sono ormai diffuse in quasi tutte le strutture alberghiere di livello, ma le troviamo anche nelle aziende sulle porte dei vari uffici e sono anche installabili nelle abitazioni; per queste ultime, però, é sicuramente più funzionale avere la chiave elettronica codificata.
La comodità sta nel sostituire la chiave meccanica con una piccola tessera, esattamente come quella del bancomat ma programmata e codificata per dare l’impulso di apertura alla porta; oppure con la chiave elettronica che è molto simile a quella delle auto di ultima generazione, di solito non supera i 4/5 cm di lunghezza e ha una forma rettangolare, ma se ne trovano anche di altre forme. Si tratta di un apparecchio elettronico codificato per dare l’impulso di apertura alla porta senza dover essere inserito da nessuna parte, ma solo avvicinandosi quanto basta alla porta con questa chiave in mano o in tasca perché scatti l’apertura.
Esistono vari tipi di serrature che funzionano con tessera, il più vecchio e conosciuto è quello con un apparato esterno posto solitamente sul muro a lato della porta dove bisogna strisciare la tessera per l’apertura; poi c’è il più recente e sofisticato contactless, ovvero un’apparecchio che è posto direttamente sulla porta dove si trova la maniglia o sul muro affianco, al quale è sufficiente avvicinare la tessera e sfiorarlo perchè la porta si apra.
Anche questi tipi di serrature funzionano grazie ad un sistema elettrico incorporato, che come abbiamo visto per la precedente, può essere collegato alla corrente mediante adattatore 24V oppure tramite batterie.
Le versioni più sofisticate e, di conseguenza più costose, offrono la possibilità di abilitare il controllo remoto e addirittura di utilizzare il proprio smartphone, al posto della tessera o della chiave, abilitandolo dall’app e generando i codici necessari allo sblocco della porta.
I prezzi per questo tipo di serratura si aggirano intorno a 80/100 euro per le versioni base, mentre per le versioni sofisticate con bluetooth e controllo remoto incorporati il prezzo sale a diverse centinaia di euro a seconda della marca.
PRO: – facilità di utilizzo – nessuna mazzo di chiavi al seguito – controllo remoto e apertura con smatrphone – possibilità di associare più tessere per la stessa porta.
CONTRO: – prezzo alto per le versioni migliori – possibile smagnetizzazione della tessera

Cosa è meglio scegliere,
chiave elettronica o tastiera?

In conclusione possiamo dire che entrambe le soluzioni sono un’alternativa nettamente migliore della classica serratura con chiave meccanica.
La vostra scelta tra le due opzioni deve essere basata principalmente sull’uso che ne farete, come abbiamo detto prima non tutte si adattano a qualsiasi luogo; poi dovrete stabilire qual è il vostro budget ricordandovi che un prezzo più elevato è sinonimo di maggiore sicurezza e maggiori funzioni tecnologiche.
Se avete una buona memoria e detestate uscire di casa con chiavi, tessere o altro, sicuramente la serratura con tastiera è quella che fa per voi, vi basterà memorizzare il codice che sceglierete.
Se invece non siete il tipo che ricorda codici vari, allora la serratura con chiave elettronica è la giusta alternativa.
L’ideale sarebbe rivolgersi ad un professionista del settore per valutare insieme quale tipologia si avvicina di più alle vostre esigenze.